Pagine

confrontandoci

Nato per parlare di disabilità intellettiva, man mano ho aggiunto un pò di tutto...poesie, cucina, aforismi, racconti...ecc. :)


14/08/16

Torta zenzero e cannella

Difficoltà: facilissimo
Tempo di preparazione: 10 min
Tempo di cottura: 30 min- forno a 180 gradi

Ingredienti:
Parte secca:
150g Farina di mandorle
1/2 cucchiaino bicarbonato

Parte liquida:
4 uova
3 cucchiai xilitolo
20g olio di cocco fuso
1 cucchiaino cannella
1 cucchiaino zenzero

Decorazione:
Fette sottili di mela

Preparazione:
In una ciotola mischiare bene farina e bicarbonato.
A parte, con la frusta elettrica mischiare tutti gli ingredienti della parte liquida.
Versare la parte liquida nella ciotola continuando a mischiare con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo.
Versare nello stampo da plumcake( io uso quello in silicone), disporre le fette sottili di mela e infornare a 180gradi in forno modalità statica, cuocere per 25/30 min.

Appena sfornata si presenta compatta, umida internamente, consiglio di farla subito a fette, circa 12, e farla freddare. Si conserva poi in frigo, ottima per la colazione o da asporto...un velo di miele per chi vuole la rende ancora più appetitosa, anche con poche fettine di mela somiglia ad una vera torta di mele!

Virgole (biscotti paleo)

Tempo di preparazione: 20 minuti 

Livello di difficoltà: Facile 

Ingredienti 
100g farina di mandorle 
100g farina di cocco 
60g burro 
2 uova 
1 cucchiaio cacao amaro in polvere 
1 cucchiaino zucchero di canna (o altro, facoltativo) 

Preparazione 
In una ciotola mettere le farine, il cacao e i due tuorli 
A parte montare i due albumi 
Sciogliere il burro e aggiungerci lo zucchero se lo si vuole 
Unire tutto nella ciotola e girare con la frusta(io uso quella elettrica) 
Usando due cucchiai:prendere metà cucchiaio d'impasto e con l'altro cucchiaio aiutarsi per farlo scendere sulla carta forno, ne escono fuori tante virgole(24 a me). 
Cuocere in micro funzione crisp per 10 min,in forno credo sia la solita cottura dei biscotti 180 gradi,15-20min Paleo dieta

13/08/16

Biscotti zenzero/cannella/goji

Tempo di preparazione 10 minuti 
Tempo di cottura 15 min 

Ingredienti: 
Composto solido 
200 g mandorle pelate o farina di mandorle 
1/4 cucchiaino di sale 
1 cucchiaino cannella 
1 cucchiaino zenzero 
4 cucchiai bacche di Goji 

Composto liquido 
1 uovo 
2 cucchiai xilitolo 
30g burro 
2 cucchiai olio evo 

Procedimento: 
In un mixer tritare le mandorle, unire e continuare a tritare tutti gli altri ingredienti del composto solido. 
A parte con frusta elettrica sbattere uovo e xilitolo, poi continuando aggiungere burro fuso stemperato e olio. 
Unire i due composti mischiando fino ad un impasto omogeneo da cui prendere palline da appiattire sul foglio di carta da forno della teglia. 
Infornare a 175 gradi per 10/15 min, fino a imbrunimento. Paleo dieta

02/08/16

L'insulina e le sue funzioni

L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas che serve a ridurre i livelli di glucosio nel sangue.
Quando mangiamo carboidrati (= zuccheri) la prima risposta del nostro corpo è di produrre insulina.
Questo è un dettaglio essenziale che viene però spesso ignorato da coloro che insistono che è solo la quantità di cibo che ingeriamo il fattore più importante, non la qualità. Non possiamo però continuare ad ignorare il fatto che i principalmente carboidrati causano un aumento sproporzionato di insulina, effetto pressoché nullo, invece, grassi e proteine.
Il compito dell’insulina di:
  1. trasportare il glucosio dal sangue alle cellule, pronto per essere utilizzato come fonte di energia. Ricordo che il glucosio è lo zucchero semplice derivato dalla scissione dei carboidrati digeriti nello stomaco e nell’intestino.
  2. trasformare e immagazzinare il glucosio sotto forma di glicogeno nel fegato e nei muscoli e come grasso nelle cellule grasse, dove viene depositato come trigliceridi nel tessuto adiposo.
Mangiando molti carboidrati e quindi zuccheri, si assiste ad un rapido aumento di insulina; questa abbassa repentinamente la glicemia, per cui compare lo stimolo della fame (spesso descritti dai pazienti come attacchi di fame) e inizia un circolo vizioso che vanifica quasi tutte le diete che vengono adottate. Ma non è solo questo il problema. Un costante introito di carboidrati causa livelli di insulina perennemente elevati, tant’è che le cellule col tempo diventano meno sensibili all’ormone (parliamo qui di insulinoresistenza, l’anticamera del diabete mellito): ne conseguono livelli più elevati di insulina con conseguenze negative, come: