Pagine

confrontandoci

Nato per parlare di disabilità intellettiva, man mano ho aggiunto un pò di tutto...poesie, cucina, aforismi, racconti...ecc. :)


17/07/16

Il fruttosio

Frutta e verdura sono assolutamente salutari, salvo patologie specifiche: il fruttosio ivi contenuto contenuto è legato a tantissime sostanze vitali come le fibre (che ne riducono l’assorbimento), le vitamine, i sali minerali, gli enzimi, e molti altri fitonutrienti che ne attenuano gli effetti negativi. Inoltre, il sapore dolce della frutti e della verdura è indice che sono maturi e che hanno raggiunto il massimo contenuto di vitamine e minerali.
Negli ultimi decenni l’impiego di fruttosio (sotto forma di sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio: HCFS) da parte dell’industria alimentare è aumentato vertiginosamente, diventando un compagno praticamente onnipresente nella nostra cucina, come ingrediente di cereali per la colazione, svariate bibite, barrette, biscotti, torte e dessert pronti, gelati, yogurt dolcificati, cracker, salse, ….infatti, da quando il mais viene modificato geneticamente, rendendo possibile la produzione a basso costo dello sciroppo di mais, l’eccesso di fruttosio è entrato violentemente nella nostra dieta.
Molto spesso il fruttosio si trova nei reparti dietetici, cosicchè molti sono convinti che il fruttosio sia un’ottima alternativa allo zucchero: non è così!!
Cosa può causare il fruttosio?
Il fruttosio è metabolizzato esclusivamente dal fegato, e molte delle conseguenze del suo metabolismo sono negative.
  • aumento della resistenza insulinica con predisposizione al diabete
  • aumento di colesterolo e trigliceridi
  • oltre un terzo del fruttosio assunto si trasforma in grasso: aumento del deposito digrasso intra-addominale che sappiamo correlare con aumentato rischio di malattie cardiocircolatorie
  • deposito di grasso nel fegato con conseguente sviluppo di fegato grasso e rischio di epatite alcolica
  • aumento della pressione arteriosa
  • diminuzione del senso di fame /aumento del consumo di alimenti calorici, che conduce ad aumento di peso (spiegazione in fondo).
  • aumento di acido urico con rischio di gotta e ipertensione
  • predisposizione ad aterosclerosimalattie cardiache e, più in generale, allasindrome metabolica.
  • il fruttosio non è in grado di trasmettere al cervello il segnale di sazietà: il fruttosio, infatti, non attiva la produzione di leptina, l’ormo e della sazietà, e il cervello non è in grado di utilizzarlo.
  • Lo sciroppo di mais ad elevato contenuto di fruttosio arreca danno al nostro intestino, aumentandone la permeabilità, causando così uno stato infiammatorio perenne per la penetrazione di molecole nel nostro circolo che normalmente non sono presenti con attivazione del sistema immunitario.
  • Non scordiamoci che il mais è una delle colture geneticamente modificate (OGM), anche se non in Italia – per il momento, perlomeno -, e costituisce la base per nutrire i milioni di polli e bovini allevati in massa: questo tipo di alimentazione ingrassa infatti molto più velocemente gli animali. Quindi, quando mangiate carni allevate industrialmente state mangiando mais. Per questo vi invito caldamente a consumare carne di animali che mangiano erba, polli di allevamenti biologici. Non abbiate timore di chiedere al vostro macellaio dove si fornisce di carne: è un vostro diritto!!
  • Pensate che il fruttosio vanifica i vostri sacrifici per perdere peso: infatti inibisce l’ossidazione dei grassi dopo l’attività fisica.
Tutto il fruttosio è dannoso?
Dosi relativamente basse di fruttosio, specie se assunte attraverso cibi sani come la frutta, non creano problemi. Pensate che una mela contiene circa 6 grammi di fruttosio, mentre una lattina di cola e simili ne contiene 20. Allora mangiate fruttosio solo se assunto nella frutta fresca, che, tra l’altro, è un ottimo dolcificante naturale. Questo vale però per coloro che non hanno problemi metabolici o diabete: per queste persone è meglio ridurre al minimo o addirittura evitare il consumo di frutta.
E la spremuta? Una spremuta ad es di arance, contiene la stessa quantità di fruttosio della medesima quantità di una bibita gassata confezionata. Con la differenza che se mangiate delle arance intere, le fibre ivi contenute riducono l’assorbimento di fruttosio. Chi ha un diabete o una malattia dismetabolica o chi desidera perdere peso dovrebbe evitare di bere spremute di frutta.


Nessun commento: